Il Risolutore.com
Come fare ? Guide dettagliate e consigli esaustivi

Gas Radon Regione Puglia – Come fare per mettersi in regola

Iscriviti alle notifiche ! Sarai sempre aggiornato !!!

lLa Regione Puglia è tra le prime in Italia ad essersi dotata di un “Piano regionale per la riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente chiuso“. Il Piano Regionale, avviato con la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 126 del 4-11-2016 è divenuto effettivo con le susseguenti modificazioni all’interno del Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 96 del 11-8-2017, art.25. Che cos’è il gas Radon ?

Cosa prevede la normativa Gas Radon della Regione Puglia ?

La Regione Puglia assicura il più alto livello di protezione e tutela della salute pubblica dai rischi derivanti dalla esposizione dei cittadini alle radiazioni da sorgenti naturali e all’attività dei radionuclidi di matrice ambientali, configurate da concentrazioni di gas radon negli edifici residenziali e non.

La Regione Puglia ha fissato i livelli limite di esposizione al gas radon nella misura massima di 300 Bq/mc

come fare gas radon regione puglia dosimetro

Il Piano, redatto conformemente alle disposizioni comunitarie e nazionali vigenti, dispone:

  1. l’aggiornamento delle aree a rischio, secondo standard definiti a livello nazionale;
  2. l’individuazione degli edifici a rischio per la salute della popolazione;
  3. i criteri, le prescrizioni e le modalità per la predisposizione di progetti di risanamento degli edifici esistenti a rischio;
  4. i limiti di concentrazione del gas radon per le diverse tipologie e destinazioni degli immobili, le prescrizioni costruttive e gli accorgimenti tecnici da osservare nelle nuove edificazioni, con particolare riguardo ai manufatti da realizzare nelle aree a rischio di cui alla lettera a);
  5. la realizzazione e la gestione di una banca dati centralizzata delle misure di radon, aggiornata annualmente, quale strumento conoscitivo di supporto alle iniziative di prevenzione;
  6. studi di aggiornamento continuo sull’incidenza del gas radon rispetto all’insorgenza delle patologie ed elaborati in collaborazione con l’Osservatorio epidemiologico regionale (OER) e l’ISS;
  7. la definizione di un sistema di informazione e divulgazione, tra la popolazione, dei rischi connessi all’esposizione al gas radon e delle misure di prevenzione;
  8. il procedimento di monitoraggio anche differenziato e sua periodicità per destinazioni urbanistiche e grado di pericolosità dell’esposizione al rischio e modalità di realizzazione di eventuali e necessarie iniziative di risanamento.

radon test gas puglia regione come fare

Livelli limite di concentrazione di gas Radon per gli edifici esistenti – Regione Puglia

Gli esercenti attività in edifici non destinati all’istruzione, e aperti al pubblico con esclusione dei residenziali e dei vani tecnici isolati al servizio di impianti a rete, hanno l’obbligo di effettuare le rilevazioni di concentrazione del gas Radon.

Il livello limite di riferimento per concentrazione di attività di gas radon in ambiente chiuso, e in tutti i locali dell’immobile interessato, non può superare 300 Bq/mc, misurato con strumentazione passiva. 

Sono esentati dagli obblighi di misurazione i locali a piano terra con superfice non superiore a 20 mq, salvo che in virtù di collegamento strutturale con altri locali non derivi il superamento del limite dimensionale previsto per l’esenzione, purché dotati di adeguata ventilazione.

gas radon test come posizionare rilevatori dosimentro regione puglia

Tempi e scadenze da rispettare normativa Gas Radon – Regione Puglia

Gli esercenti attività hanno l’obbligo di provvedere, entro e non oltre novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge (9/8/2017, ndr), ad avviare le misurazioni sul livello di concentrazione di attività del gas radon da svolgere su base annuale suddiviso in due distinti semestri (primavera-estate e autunnoinverno) e a trasmettere gli esiti entro un mese dalla conclusione del rilevamento al comune interessato e ad ARPA Puglia.

In caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro diciotto mesi (ovvero oltre febbraio 2019) dalla data di entrata in vigore della presente legge, il comune provvede a intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale e infruttuosa scadenza comporta la sospensione per dettato di legge della certificazione di agibilità.

Vuoi effettuare la misurazione di gas Radon all’interno del tuo locale commerciale ? Richiedi un preventivo compilando il form sottostante !

 

Iscriviti alle notifiche ! Sarai sempre aggiornato !!!

Commenti
Loading...

IlRisolutore.com utilizza cookies per offrire la miglior espereinza di navigazione ai propri utenti. OkScopri di più